La polizia indaga sul “misterioso” episodio avvenuto nell’area controlli, al primo piano. In tanti hanno iniziato ad avvertire bruciore alla gola e difficoltà a respirare, poi si sono riversati in terrazza. La causa? Forse un guasto alla cappa del ristorante.
Un po’ di fumo, l’odore acre che prende il “sopravvento”, la paura, il fuggi fuggi. Momenti di panico nel primo pomeriggio di oggi all’aeroporto-Falcone Borsellino. E’ successo nell’area controlli, al primo piano. Improvvisamente i locali sono stati invasi dal fumo. La gente – presa dalla paura – ha cercato una via di fuga. In molti si sono riversati nella terrazza dell’aeroporto (anche le guardie della Ksm).“
“Una scena mai vista”, ha giurato chi c’era. Qualcuno ha temuto il peggio, in tanti hanno iniziato ad avvertire bruciore alla gola e difficoltà a respirare. La situazione è tornata alla normalità dopo una decina di minuti. “Si pensava a un guasto all’impianto di aerazione, ma i controlli hanno appurato che è tutto in regola”, dicono dalla Gesap.
Sono in corso le indagini per stabilire cosa sia successo con esattezza. “Al momento l’ipotesi più quotata è che si sia guastata la cappa del ristorante e per questo motivo il fumo ha invaso i locali”, hanno aggiunto dalla Gesap. Le operazioni di controllo dei bagagli – che si sono improvvisamente stoppate – sono ripartite poco dopo. Non si registrano feriti ma qualcuno si è fatto refertare. Sul posto è intervenuta la polizia che sta indagando sull’episodio.
Credits: ©Palermotoday

Chiamaci ora